Ubud, o, in altre parole: scimmiette

… E invece la seconda parte è arrivata e siamo ancora in questo secolo. Per chi se la fosse persa, la prima puntata è qui: Due anni.

Abbiamo finito di montare anche i video di Ubud: 7 minuti e mezzo estratti da circa 4 ore e passa. Ci sono più riprese di bestiole e bestiacce che non dei canonici campi di riso. Lo so, sono una fatta così. Al terzo minuto l’audio è molto basso dato che era sera tardi: il caro D parla di involtini primavera piccanti e buonissimi mentre io ho la febbre e non li posso mangiare.

Disclaimer: i cappelli li abbiamo presi al mercato sulla spiaggia di Dreamland a circa 80 centesimi l’uno. O quelli, o la morte per insolazione.

Enjoy.

Scritto da

Sono nata in Bulgaria e sono cresciuta in Italia. Mi occupo di traduzioni e revisioni creative, pignole e attente alla qualità per importanti clienti internazionali. Vivo in Olanda con il caro D. Lavoro con l'inglese, l'italiano, occasionalmente con il bulgaro.

Dì la tua