Nota del traduttore

Sono anni che ammasso bozze e post-it su un ipotetico Post Definitivo sulla Traduzione.

Aprite un quaderno a caso tra quelli sulla libreria e ritrovate le fatidiche menate che quella settimana mi parevano geniali – informazioni vitali senza le quali l’universo in cui mi muovo professionalmente sarebbe certamente imploso. E ogni volta che mi siedo a scriverlo non faccio altro che buttare altra carne sul fuoco. Infine, ho capito che le cose che mi venivano in mente erano talmente tante che un post non sarebbe bastato. Ecco dunque che la mia vita di traduttrice freelance diventa un diario di cui si sentiva l’espresso bisogno.

Se proprio dobbiamo giustificare tale crimine (il contributo al manicomio informativo in cui ci muoviamo ogni giorno), dico a mia discolpa che è l’unica cosa che so fare davvero.

C’è gente animata dalla vocazione bellissima di condividere a piene mani ciò che sa sulla propria professione, a beneficio di neofiti, appassionati o wannabe (il pensiero si volge immediatamente alle luminose figure di Lisa Eldridge, Scott Kelby, David Hobby, giusto per dirne qualcuno).

E poi da qualche altra parte ci sono io…

Dunque, a Natale, mentre eravamo a Napoli con metà famiglia di D, io ero – VAIO alla mano – a migrare tutte le precedenti Vladinerie su questa piattaforma (il nuovo indirizzo è vladinerie.it) e a trasformare il vecchio sito con plugin WPML in multisito in due lingue.

(Nota collaterale: cambiare metodo di gestione delle lingue in un blog e passare al multisito con centinaia di post è una cosa che perdio! È come se avessi trascorso i miei preziosi giorni liberi a cercare di coccolare un procione selvatico.)

danielavladimirova.it

Ora è pronto, è in due lingue, ed è qui per restare. Siore e siori, ecco a voi danielavladimirova.it – correte pure a leggere le prime due irrinunciabili chiacchierate con me stessa mentre cerco di prenderci la mano: la lingua italiana ai tempi del colera e la localizzazione for dummies.

Scritto da

Sono nata in Bulgaria e sono cresciuta in Italia. Mi occupo di traduzioni e revisioni creative, pignole e attente alla qualità per importanti clienti internazionali. Vivo in Olanda con il caro D. Lavoro con l'inglese, l'italiano, occasionalmente con il bulgaro.

Dì la tua