Gli altri

La verità, tutta la verità, nient’altro che la verità, dica lo giuro è che io sono una che ha l’ansia da prestazione. Diciamoci la verità: io lavoro a casa, mi espongo di rado alla luce del sole e la maggior parte del tempo sono di compagnia come un orso marsicano. Presto mi sarà preclusa la fonazione a causa di atrofia della glottide. Quindi quando si tratta di fare la cosa più segreta e intima possibile – al pari delle cose più imbarazzanti che possano venirvi in mente, tipo la masturbazione – cioè mettere su un set fotografico nella cantina, o in soffitta, o ovunque sia purché nessuno possa dire di essere passato da lì per caso, e scattare delle foto, se la cosa prevede la presenza di altre persone io mi sento naturale e a mio agio come se fossi nuda a un esame universitario.

E quindi ogni volta che faccio le foto a qualcuno ho tutte quelle manifestazioni d’ansia da esame di scuola superiore (inclusi, senza limitazione, colite, pruriti, nausea, manualità ridotta ai minimi termini). Ma con la zia Rob è stato diverso: poiché era un giorno freddo e piovoso, è saltato il nostro piano di andare a sperderci nei boschi, quindi è venuta qui e ha praticamente fatto tutto lei. Io mi innamoro platonicamente delle mie modelle e quindi non faccio testo, ma vi faccio vedere:

La Zia Rob

La Zia Rob

La Zia Rob

Scritto da

Sono nata in Bulgaria e sono cresciuta in Italia. Mi occupo di traduzioni e revisioni creative, pignole e attente alla qualità per importanti clienti internazionali. Vivo in Olanda con il caro D. Lavoro con l'inglese, l'italiano, occasionalmente con il bulgaro.

Dì la tua